Il difficilissimo momento storico del calcio dilettantistico affligge, purtroppo, anche il mondo femminile: oggi ne parliamo con Andrea Nardin (nella foto), allenatore della nostra formazione Under 15.«È difficile commentare una situazione così complessa e lo è ancora di più azzardare previsioni su quanto accadrà nei prossimi mesi. Al momento l’unica certezza è aver ripreso l’attività settimanale con le nostre atlete, nel pieno e rigoroso rispetto dei protocolli interni adottati dalla società. Ma al netto delle questioni tecniche, in questo frangente piuttosto secondarie, la vera soddisfazione è aver ritrovato negli occhi e nei volti delle ragazze la purezza di una felicità autentica, sentimento ben rappresentato dai loro sorrisi sinceri e radiosi. Dopo mesi di inattività forzata e di incertezza generale, era di fondamentale importanza permettere loro di riabbracciare la “normalità perduta” e tornare a fare ciò che amano veramente».Cosa ne sarà di questa stagione?«Al di là delle tante indiscrezioni delle ultime settimane, non sappiamo ancora quali saranno le decisioni dei vertici federali. Personalmente sarei favorevole ad una ripresa dei campionati giovanili, magari verso fine aprile, con il completamento del solo girone di andata e prendendo in considerazione l’ipotesi di slittare di qualche settimana la chiusura dell’annata. Tuttavia le società dovrebbero necessariamente recepire dall’alto delle indicazioni ben precise, oltre ad essere sollevate da alcune incombenze economico-burocratiche che finora ne hanno reso l’operato alquanto difficile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *