Non solo prima squadra. La Virtus Padova sta gettando basi importanti anche per quanto riguarda la formazione Primavera ed è per questo che oggi andiamo a conoscere meglio Cecilie Pedersen (nella foto), classe 2000, capitana della compagine allenata da Davide Wellington.
«I risultati non ci hanno sorriso molto, ma abbiamo lavorato bene formando una buona squadra e un gran bel gruppo – sottolinea Cecilie, centrocampista centrale – Sono triste che la stagione sia finita così presto, ma l’emergenza sanitaria legata al “Coronavirus” non ci ha dato scelta. Non vedo l’ora di ricominciare».
Come ti sei avvicinata al mondo del calcio?
«Vengo dalla Danimarca e ho iniziato a giocare quando avevo appena sei anni. Mi sono trasferita in Italia sei anni fa e volevo continuare a dedicarmi a questa passione. Prima di approdare alla Virtus ho militato in altre due società: qui sono alla mia terza stagione e devo dire che ho imparato tanto e che sono cresciuta molto, soprattutto quest’anno. Malgrado le difficoltà, sia la squadra che gli allenatori non hanno mai mollato. Portare al braccio la fascia di capitano è stata un’esperienza nuova e diversa, che mi ha aiutato a crescere sia sul piano personale che del carattere. Ringrazio il mister, le compagne e la società per la fiducia che hanno sempre avuto nei miei confronti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *