Veronica Treu

Prosegue il nostro viaggio all’interno della rosa della Virtus Padova: oggi conosciamo meglio la laterale Veronica Treu (nella foto), classe 1992, a cui abbiamo chiesto un’analisi sulla stagione della prima squadra biancazzurra.
«Diciamo che non è stato proprio un anno semplice, alla luce del cambio di allenatore a dicembre. A metà girone di andata ci siamo un po’ perse e abbiamo lasciato per strada punti preziosi, che si sono poi rivelati fatali per il mancato raggiungimento dell’obiettivo. Nella prossima stagione avremo comunque modo di riscattarci e di far vedere di che pasta siamo fatte. Il gruppo è sempre rimasto unito e non si è mai sfaldato: credo che questa sia una cosa assolutamente fantastica! Non abbiamo alcun problema a metterci in gioco e abbiamo raccolto al volo la “sfida” di mister Murru e della Ivi, cambiando la quantità e la qualità degli allenamenti. C’è stato un grandissimo impegno da parte di tutte e questa non è mai una cosa scontata».
Come stai vivendo questo duro e surreale periodo di stop forzato?
«Nei limiti del possibile, noi continuiamo ad allenarci e a sentirci. Anche se siamo distanti, mister Murru ci tiene sempre sotto controllo! Ovviamente mi mancano tantissime cose: il giocare, il ridere, lo scherzare, le mitiche mangiate e bevute del post-allenamento, il far baldoria tutte insieme. Sono comunque sicura che torneremo presto ad animare il campo della Virtus, pronte e cariche per iniziare alla grande una nuova stagione. Io sono qui da due anni e la cosa più bella è che siamo, prima di tutto, un grande gruppo. Siamo tutte amiche e persone alla mano, che hanno integrato le nuove arrivate senza alcun problema».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *