Archiviato il turno di riposo, la Virtus Padova è pronta a tuffarsi nel rush finale di questa prima fase di stagione.
La parola va dunque a mister Giancarlo Murru, subentrato da poche settimane dopo l’addio di Massimo Russo: il nuovo tecnico, che tre anni fa ha superato l’esame da allenatore professionista al supercorso di Coverciano, è un’autentica garanzia per la panchina.
Oltre ad aver ricoperto per 12 anni la carica di presidente dell’Associazione Allenatori di Padova e per altri 8 il ruolo di consigliere nazionale a Coverciano (dove attualmente è presidente dell’Organo Di Vigilanza), Giancarlo vanta un curriculum di grande spessore nel calcio maschile: le tappe più importanti della sua carriera sono state Maserà, VigonovoTombelle, Legnaro, SaonaraVillatora, Cadoneghe e Casalserugo, a cui si aggiungono i due recenti campionati di serie B femminile al timone del Padova.
«Dopo l’improvvisa e inaspettata interruzione del mio rapporto con la società biancoscudata, ero incerto se restare nel calcio femminile o tornare al maschile – confessa mister Murru – Ho sposato il progetto Virtus per la caparbietà con cui mi ha cercato la dirigenza e per l’entusiasmo manifestato dalle ragazze sin dal primo allenamento. Devo dire che è un’esperienza davvero appagante, perché il gruppo mi segue in tutto e per tutto e mi dimostra sempre massima disponibilità. Giorno dopo giorno stiamo crescendo e faremo del nostro meglio per giocarci quest’avventura fino in fondo, senza precluderci nulla. La società mi ha proposto pure il ruolo di direttore tecnico, per gettare le basi di un interessante progetto basato sul settore giovanile. Ho già tracciato alcune linee-guida e credo ci siano tutte le condizioni per riuscire a creare qualcosa di importante».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *